Il PCI, alle prossime elezioni amministrative di Torino

il

di Dario Ortolano Segretario provinciale Federazione Torino

Questa, possiamo dire con certezza, è la più grande, vera ed unica novità, che i cittadini e le cittadine, i lavoratori e le lavoratrici di Torino, troveranno nella scheda elettorale, il prossimo autunno, per le elezioni amministrative che dovranno eleggere il nuovo Sindaco e rinnovare il Consiglio comunale.

Nell’ anno centenario della nascita, ed a trenta anni, da quel nefasto anno 1991, in cui il PCI venne sciolto, dopo un processo di ricostruzione avviato, a partire dalla Assemblea costituente del 2016, il PCI, torna in campo, con il suo nome, il suo simbolo e la sua lista elettorale, a Torino, come in altre città italiane, per esercitare quella che è sempre stata la sua funzione storica ed attuale, di difesa degli interessi della classe operaia, dei lavoratori e di tutti gli sfruttati ed oppressi dal capitalismo, anche nel governo delle città e degli enti locali.Dopo le grandi vittorie degli anni ’70, con la conquista, in seguito all’esito elettorale del 15 giugno 1975, da parte del PCI, del governo delle città e di molteplici enti locali del nostro Paese, si aprì, una nuova stagione di ” buon governo “, che segnò la vita di milioni di persone, che sperimentarono, nel loro vissuto, una nuova stagione di cambiamento, caratterizzata dalla qualità di nuovi servizi sociali ed attività pubbliche al servizio del popolo, e, quindi, di una nuova e migliore vivibilità urbana e territoriale. I sindaci comunisti furono i protagonisti di quella stagione, esauritasi la quale, tornarono i partiti di sempre, che governano nell’interesse dei padroni e dei cosiddetti ” poteri forti “.

Privatizzazioni dei servizi sociali, smantellamento delle conquiste sociali ottenute, con decenni di lotte popolari, furono gli esiti delle sconfitte subite dai comunisti, sul finire degli anni ’80 e negli anni ’90 del secolo scorso, sotto l’impulso della UE, come nuovo polo imperialista internazionale e della avvenuta restaurazione del capitalismo in tutta Europa.

Quella stagione ancora dura, e lascia il suo pesante segno di sofferenza, nella nostra vita quotidiana, come dimostrano gli effetti della nuova crisi socioeconomica e sanitaria che ha colpito il nostro Paese, l’Europa e l’intero mondo capitalistico. Ma, è giunto, ormai, il tempo di reagire a tale situazione, innanzitutto con le lotte, nei luoghi di lavoro e nei territori, per difendere i nostri interessi di lavoratori e lavoratrici, contro quelli dei padroni. Ma anche col voto, in ogni circostanza che ci verrà data, come ad esempio, nelle prossime elezioni amministrative d’autunno.

A Torino, i comunisti, hanno raggiunto un accordo, politico e programmatico, con la formazione di una Coalizione di forze democratiche, di sinistra ed ambientaliste, alternativa a centrodestra, centrosinistra e M5S, che sarà rappresentata dal Candidato sindaco, Angelo D’Orsi, un intellettuale conosciuto e stimato, studioso del movimento operaio e della figura di Antonio Gramsci, che con la sua esperienza e testimonianza di vita, al servizio dei lavoratori e delle masse popolari, degnamente interpreta ed esprime la volontà di vero cambiamento politico e sociale, di cui la Coalizione intende farsi portatrice.

Per tornare ad avere una città dotata di servizi pubblici efficienti e qualificati, per avere nuovamente, dopo tanto tempo, un Comune, espressione degli interessi ” comuni ” dei cittadini e dei lavoratori, e non delle classi dominanti, che in questa città hanno così forte rappresentanza del capitale industriale e finanziario. Per il lavoro, l’ambiente, ed una rete di servizi sociali pubblici al servizio e controllati dai cittadini, attraverso una vera democrazia e partecipazione popolare, in grado di tornare a rendere ” comune “, cioè di cui ci hanno, per tanto tempo, privati.

Mercoledì 12 maggio, alle ore 11, (oggi) siamo stati a Torino, in Piazza Carlina, presso la lapide che ricorda la abitazione, in quel luogo, di Antonio Gramsci, per la Conferenza stampa del Candidato sindaco, Angelo D’Orsi.

PER UNA NUOVA TORINO, PER UN VERO CAMBIAMENTO, TORNIAMO A VOTARE PER IL PARTITO COMUNISTA ITALIANO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...