Solidarietà alle donne turche dalla Federazione del PCI di Torino

il

Violenza contro le donne: la Turchia esce dalla Convenzione di Istambul

Lo ha annunciato, sabato scorso, il Presidente turco Erdogan, scatenando proteste di migliaia di donne in tutto il Paese. La Convenzione di Istanbul, firmata nel 2011, è il primo trattato internazionale sulla prevenzione e la lotta contro la violenza di genere e domestica.Essa sancisce l’uguaglianza fra uomo e donna e definisce la violenza di genere, come un atto discriminatorio e lesivo dei diritti umani, obbligando gli Stati ad adottare adeguate misure di prevenzione e protezione delle donne, da tale violenza.Nell’ annunciare l’uscita del suo Paese, da tale Convenzione, il Presidente Erdogan, non ha mancato di accompagnare tale decisione, con affermazioni marcatamente omofobe, denunciando il tentativo di normalizzazione dell’omosessualità, come incompatibile con i valori sociali e famigliari della Turchia.Tuttavia, va registrato il fatto che, in Turchia, dall’inizio dell’anno, si sono registrati 78 femminicidi e più di 300 nel 2020.Inoltre, secondo dati della OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità ), in Turchia, oltre il 38% delle donne, è stata vittima di violenza.Da qui, anche, il carattere di massa e popolare, della mobilitazione in corso delle donne, che sono scese in piazza ad Istanbul, Ankara, Smirne e le altre principali città del Paese, per esprimere la loro indignazione e protesta per la decisione presa.Ad esse va la più grande e forte solidarietà dei comunisti e delle comuniste italiane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...